Dello stesso autore

Inventario dei pezzi d’arredamento della casa di piazza Savonarola

Tratto da:”Il colibrì”, Sandro Veronesi, La nave di Teseo 2019 

La casa in Piazza Savonarola

“Inoltre, poiché l’enorme distanza tra suo padre e sua madre si annullava di colpo quando si trattava di scegliere oggetti, l’essere cresciuto in quella casa (cioè l’essersi seduto fin dalla nascita su quelle sedie, addormentato su quelle poltrone e quei divani, l’aver mangiato su quei tavoli, studiato su quelle scrivanie, alla luce di quelle lampade, circondato da quelle librerie componibili eccetera) gli aveva trasmesso una certa arrogante sensazione di superiorità tipica di certe famigli borghesi degli anni sessanta e settanta; l’impressione di vivere se non nel migliore di mondi possibili perlomeno nel più bello -primato di cui la roba accumulata da suo padre e da sua madre era la prova. Per questo e non per nostalgia, anche quando si fu accorto di tutto ciò che non era mai andato nella sua famiglia, e perfino quando la sua famiglia, tecnicamente non esisteva più, Marco Carrera avrebbe sempre fatto tanta fatica  a separarsi dagli oggetti che l’avevano circondata: perchè erano belli, ancora belli, per sempre belli – e quella bellezza a era stata lo sputo che aveva tenuto insieme suo padre e sua madre. Dopo la loro morte si sarebbe ritrovato perfino a inventariarli quegli oggetti, uno per uno, nella dolorosa prospettiva di venderli insieme a tutta la casa di piazza Savonarola (suo fratello abbarbicato alla decisione di non rimettere mai più piede in Italia, avrebbe pronunciato  per telefono la parola “disfarsene”) col risultato invece opposto di incollarseli addosso per il resto dei suoi giorni. … ”

Tratto da:”Il colibrì”, Sandro Veronesi, La nave di Teseo 2019, pg.45, 46

Particolare chiusura del portone

visto a Magasa in provincia di Brescia

Antico portone …

visto a Magasa in provincia di Brescia

Un tessuto da tappezzeria ispirato a Mazzo di fiori in un vaso blu di Jan Brueghel il Vecchio

Meraviglioso … in mostra a Treviso

Jan Brueghel il Vecchio, Mazzo di fiori in un vaso blu, 1608 circa, olio su tavola di rovere, 65,8 × 51 cm, GG 558, Kunsthistorisches Museum Vienna, Pinacoteca, Courtesy KHM-Museumsverband

Natura in posa

Natura in posa

Il verde nella testa

Arte del fiorire

I vasi scultura di Stefania

Un retrò contemporaneo

DROP™ chair Designer: Arne Jacobsen

La Drop, ideata nel 1958 da Arne Jacobsen in esclusiva per lo storico Radisson Blu Royal Hotel di Copenhagen, rieditata da  Republic of Fritz Hansen dal 2014

Mitico… Umberto Riva

https://vimeo.com/museweb/umbertorivatrailer

Lo stile MUJI

Ecco un esempio di consulenza on line

Il living con la zona tv e la cucina con il pranzo. Oltre ai disegni vengono presentati anche suggerimenti di mobili o accessori di arredamento.

Salve, innanzi tutto complimenti per l’appartamento e per come avete inserito i mobili che già avevate a vostra disposizione, mi sembrano molto adatti a questo spazio. Dico spesso ai miei clienti che quando si arreda una nuova casa non dovete abbattervi se non riuscite a venirne a capo e trovare una soluzione. L’importante è che non abbiate fatto scelte sbagliate. Trovo che tutti i mobili bianchi ”recuperati” stiano molto bene, solamente occorre dare loro un senso, una storia… e perché allora non partire proprio dal BIANCO. Vi permette di creare una buona base neutra dove poi potrete inserire un elemento decorativo che darà carattere all’ambiente.
Ho pensato di spostare il tavolo e metterlo allineato alla cucina, con sopra un importante lampadario, sempre bianco. Lo specchio rotondo lo metterei nella parete a capo del tavolo così da sottolineare la zona pranzo. Con il tempo potrete con calma cercare un tavolo più importante. Piuttosto penserei ora ad organizzare la zona living scegliendo un tappeto sempre in colore chiaro e una poltrona bianchissima. Io qui ho disegnato il classico sacco, ma le possibilità sono moltissime. Anche il divano avrà cuscini bianchi, ma che giocano con la trama del tessuto lavorata con forme a rilievo. Belli anche i fiori bianchi e gli accessori acciaio che avete già, e anche la lampada verticale e i tavoli in cristallo. Per ultimo, in fondo, le due bellissime pareti a quinta le immagino con due quadri gemelli molto grandi, un dittico. Questi si coloratissimi, come più vi piacciono. Insomma potete veramente creare un originalissimo open space… buon lavoro!

Ridefinire le funzioni di un soggiorno

Un soggiorno un pò stanco…bisogna trovare un nuovo modo di interpretarlo

Non è un compito facile arredare una nuova casa, inserire mobili di cui già disponiamo o sceglierne di nuovi. Questo soggiorno appariva ai padroni di casa un pò spento, malgrado la bella luminosità. Aveva solo bisogno di essere reinterpretato. E’ bastato rivedere la collocazione delle varie funzioni del living, puntare su un colore preciso e inserire due nuovi pezzi di arredamento significativi. Come dico spesso ai miei clienti sentire il parere di un professionista può risolvere dubbi e indirizzare verso soluzioni piacevoli anche a costi contenuti. Un bravo interior design rispetta i gusti del cliente ma lo accompagna verso nuove visioni della propria casa. In questo periodo di quarantena forzata, si offrono consulenze di arredamento anche on line con costi che partono dalle 10 euro al metro.

Republic of Fritz Hansen Store Milano

visto da: Republic of Fritz Hansen Store Milano,Piazza S. Simpliciano, 20121 Milano Telefono: 02 3650 5606